collegamento logo

Dirittoalgioco.it

A promozione della cultura ludica partecipata ed inclusiva

Index - Presentazione - Attività - Tavolo - Archivio - Logo - Progettare 2020 - Policy privacy

Progettare la Festa 2020 - ottava edizione

I lavori di progettazione della nuova edizione del progetto della "Festa del diritto al gioco 2020", ottava edizione, prendono luogo già dalla valutazione degli esiti di quanto fatto l'anno scorso e trovano già da settembre un suo momento di prima prcalendario 2020 collegamento ogettazione generale, che si affina man mano nei mesi successivi che si incontrano vecchi e nuovi soggetti organizzati che vogliono collaborare, costituendo reti/Tavoli di lavoro (per la Festa, per il Depliant, per il Convegno, per la Ludo Orienteering, per la Formazione, per il "Maggio in gioco") che hanno ciascuna/o un obiettivo da raggiungere.

Sin dall'inizio di Novembre si è avviato e portato a conclusione il rapporto di co-progettazione con lo staff di ConCittadini per l'elaborazione e stampa di un "Calendario a promozione del diritto al gioco", dal titolo "Giocare è un diritto non un optional", secondo quanto indicato dal Commento Generale n.13 all'articolo 31 della speciale Commissione delle Nazioni Unite nel 2013, che è ststo supportato dalla Libera Università del Gioco per quanto riguarda la traduzione del documento originario.
Guardando la pagina dedicata sarà possibile visionare le diverse pagine e testi del Calendario che ha una eccezionale qualità di grafica, grazie ad un intervento di Maria Laura Petrescu, con foto tratte dalle diverse edizioni della Festa del gioco al parco delle Manifiorite di Ravenna.
Con lei è anche previsto di realizzare Quaderno didattico metodologico che verrà a trattare dell'aspetto più innovativo della Festa, cioè dei suoi "sfondi ludici", sviluppando ulteriormente il rapporto di co-progettazione con lo staff di ConCittadini per l'elaborazione e stampa.

Dall'inizio dell'anno sono previsti laboratori in alcune scuole primarie dal titolo "Diritti in gioco" e "la corporeità del giocattolo", ed in due scuole dell'infanzia (Manifiorite e Monti), coinvolgendo tutta la comunità dal titolo "Genitori in gioco", nonchè nei doposcuola ARCI e centri Acer con laboratori di costruzione di grandi giocattoli in legno, che andranno ad arricchire un già costituito "parco giochi" per feste in strada, piazza e giardino, che "servirà" i soggetti della rete.
Affianco ai laboratori "Diritti in gioco" da quest'anno sono stati associati alcuni percorsi intitolati "La corporeità del giocattolo", laboratori per il primo ciclo della scuola primaria di promozione del gioco a partire dal semplice divertirsi con poco e del giocattolo auto-costruito, in cui cimentarsi per "re-inventare la ginnastica", a cura del team Genialidapiccoli.com
Al termine dei laboratori scolastici si vorranno realizzare "piccole feste del gioco decentrate" (da tenere nei giardini scolastici) in cui i bambini/e del secondo ciclo coinvolgeranno bambini/e del primo ciclo in un passaggio di giochi da loro ideati, traendo pieno frutto sia dal rispetto del loro diritto al gioco anche a scuola, e sia per una responsabile trasmissione ai più giovani di loro.

charter for children's right to play collegamento Si sta lavorando sul coinvolgimento della scuola superiore attraverso l'ideazione del logo per il parco inclusivo di Ravenna, proseguendo con i lavori di messa all'opera del progetto sperimentale del parco con area giochi inclusiva anche a Ravenna, che sarà provvisto di speciali cartelli per la comunicazione aumentativa (CAA)

E' stato avviato un Tavolo di lavoro specifico per ideare un Depliant a promozione del gioco, con cui anche si vorrà organizzare (inizialmente era per maggio 2020) nella mattina del 03 ottobre il convegno dal titolo "Gioco e/è benessere", coinvolgendo i pediatri, ed aperto al pubblico.
Al momento a questo Tavolo hanno aderito referenti dell'Associazione Culturale Pediatri, Dalla parte dei Minori, La Ruota Magica, Lucertola Ludens, Comitato locale Unicef, Arci, Casa per le famiglie e l'Unità Pedagogica del Comune di Ravenna. gioc osa collegamento

Importante novità sarà la prima Mostra di giocattoli del "fai da te" dal titolo "GiocOsa" che si terrà a Ravenna e presso il Palazzo Rasponi dal 03 al 13 aprile 2020, anticipata da festa inaugurale con animazione in piazza Kennedy del 04 aprile pomeriggio, dal titolo 100 strade per giocare, a ricordo dei 15 anni fa quando Legambiente fu la prima a mobilitare le coscienze per liberare la piazza dalle automobili al fine di liberare l'aria dall'inquinamento, anche se l'orizzonte di riferimento va molto oltre quanto fatto, ed è similcarrettini 100 strade per giocare collegamento e agli obiettivi del progetto Unicef, Città amiche dell'infanzia.

Altre animazioni pubblic he e cittadine saranno parte di un programma dal titolo "Maggio in gioco", considerando l'evento nei Giardini di Medio Calderoni (nei pressi del villaggio San Giuseppe), al parco Teodorico, Rocca Brancaleone, Porto fuori, e altro ancora da programmare.

E poi la Festa a culmine di tutto del 24 maggio sempre al parco delle Manifiorite, che vedrà diversi soggetti concorrere per realizzare al meglio l'evento, quali l'ass. Lucertola Ludens al completo, La Ruota Magica, Legambiente, Arci, Unità Pedagogica del Comune di Ravenna e due nuovi soggetti con La casa delle famiglie e la Pubblica Assistenza (con il gruppo degli Allegri genitori). Un primo momento di incontro è stato fissato per il 27 febbraio alle ore 9,30 presso La casa delle famiglie.

Quest'anno come l'anno scorso ci sarà ancora la volontà di replicare la con la "Formazione al gioco - giocare è un diritto e non un optional" di ottobre e la Ludo Orienteering seconda edizione, che accadranno susseguentemente al convegno "Gioco e/è benessere".

Lo schema grafico sotto riportato è per questa ottava edizione e mira a 5 obiettivi su cui il Progetto punta l’attenzione:
- sensibilizzare al senso, valore e pratica del diritto al gioco all'aperto (contro ogni discriminazione verso la diversità), connessa ad un’idea/condizione d’infanzia propria della Convenzione dei diritti dell’infanzia/adolescenza;
- offrire occasioni di protagonismo ed interazione tra le diverse fasce d’età;
- promuovere il confronto/conoscenza tra culture ludiche “altre” e locali (esprimendo la tensione tra intercultura e identità del territorio);
- promuovere l’accessibilità gratuita alla pratica ed ai luoghi di gioco.
- contribuire a rimuovere gli ostacoli alla piena applicazione del Diritto al gioco, in città e forese, anche facendo riferimento all’indagine locale “Ostacoli al gioco all’aperto" (dal punto di vista dei bambini/e), ultimo arrivato.

link a pagina del sito link a pagina specifica link a pagina specifica link link collegamento collegamento collegamento schema generale del progetto della Festa del diritto al gioco di Ravenna 2020 link interno link interno link interno link interno link interno link interno

Logo del Progetto della Festa del Diritto al gioco di Ravenna e forese
Tavoli di lavoro
Un logo per il parco con area giochi inclusiva
GiocOsa dal 3 al 13 aprile 2020
100 strade per giocare o4 aprile 2020
Promozione culturale settembre 2019 ottobre 2020
Laboratori gennaio maggio 2020
Maggio in gioco maggio 2020
Festa del gioco 24 maggio 2020
Convegno Gioco e è benessere ottobre 2020
Formazione al gioco ottobre 2020
Ludo Orienteering ottobre 2020

Per la progettazione della precedente Festa del gioco 2019 vedere link